GEOMETRIE LINEARI per reinventare una Cucina anonima <

Written by Alessandra Lapolla. Posted in Prima & Dopo

Si sa, a volte si necessita di cambiamenti: arriva il giorno in cui si avverte il bisogno di cambiare qualcosa nel proprio odierno e occorre infrangere la monotonia giornaliera. Spesso noi donne, quando avvertiamo questa esigenza, o ci buttiamo a capofitto nello shopping più sfrenato per rinnovare il nostro guardaroba o optiamo per un taglio drastico ai capelli per un cambio di look radicale; alcune di noi, invece, si dedicano al rinnovo dell’ambiente casalingo, apportando delle piccole o più complesse modifiche. Il mio compito, in questi ultimi casi, è quello di reinventare e rinnovare gli ambienti, aiutando così i miei clienti a concretizzare le loro idee.

15207834_10210100505381253_8254

Le immagini che vi ho indicato qui sopra ritraggono degli scorci di una cucina: da subito l’ho trovata assolutamente interessante. Mi sono piaciute moltissimo le linee moderne ed essenziali dei pensili bianchi, il contrasto asimmetrico del pavimento bianco che si scontra con il legno rossiccio del parquet… ma aimè il tutto era decisamente anonimo e statico. Apprezzo il “Total White” negli ambienti, ma non è una soluzione sempre vincente!

Lo ammetto, la base di partenza era a mio favore: questa cucina era ben strutturata e studiata dal principio, quindi mi sono limitata a dare un tocco di colore per rendere l’ambiante più accogliente e gradevole. Ho deciso quindi di operare sulle pareti, giocando con le geometrie lineari di una carta da parati rigata firmata Sandberg che sfocia nel classico pur rimanendo assolutamente contemporanea. Rimanendo sulle trame lineari, ho completato l’ambiente con una tenda bianca a righe verticali che crea un meraviglioso gioco di luci e di ombre quando filtra la luce nelle ore mattutine. A seguire vi mostro le immagini del risultato finale. Spero vi piaccia!

15139669_1025341252_660418018_n

5_10210100506461280_935476575_n

Bon appetit !!

Written by Alessandra Lapolla. Posted in Prima & Dopo

image

RINNOVARE (la cucina: il prima e il dopo) Il mondo non è perfetto. Scegliere come vederlo è l’unico vero potere che abbiamo (Torey L. Hayden) Per questo rinnoviamo! Rinnovare significa rendere nuovo, quello che più non lo è. E quindi, quando siete davvero indecise e le scelte si fanno dure e difficili, rivolgetevi a persone fidate ed esperte che sanno consigliarvi, tenendo conto del vostro gusto personale e del vostro carattere. E allora! Chi più di Alessandra Lapolla, titolare del negozio Biggie Best di Potenza,è in grado di rinnovare e trasformare con amore, eleganza e fantasia, la vostra casa e la vostra cucina! Guardando il prima e dopo delle foto, sopra esposte, è facile capire il tocco inconfondibile di Alessandra, semplice e ricercato. PRIMA Una cucina, presumibilmente, anni 80 anni in cui il country era rappresentato dall’uso delle mattonelle e delle tinte forti , ormai demodè, che lascia il posto ad uno stile curato e dettagliato. DOPO Una cucina, “Amore a prima vista”: innanzitutto è stato fatto un progetto per una più razionale distribuzione degli spazi aggiungendo sul fronte sinistro una più capiente vetrinetta al posto delle mensole inoltre è stata utilizzata una vernice FARROW&BALL Estate Eggshell White, un tipo di bianco anticato sulle tonalità del dove tale ed elephant Breth. Le vernici Farrow&Ball nascono e vengono sviluppate nella regione del Dorset, in Inghilterra, da oltre 100 anni, azienda leader nel settore delle vernici. La loro passione per la creazione delle vernici, impiegando sostanze di alta qualità ed antichi metodi artigianali, li ha resi capaci di superare l’esame del tempo e delle mode passeggere. Successivamente, sono state applicate, su tutti i pensili della cucina delle maniglie a conchiglia, bronzate. Al posto degli anonimi pensili, Alessandra introduce e posiziona in modo simmetrico degli etagere francesi, su cui ogni singolo oggetto in Sheffield o in ceramica viene esposto, in maniera precisa e non casuale. Sostituita la cappa con una dalle linee più morbide ed effettuata una riqualificazione cromatica delle pareti donando luce ed aria ad una cucina di gusto classico. Il risultato è: una cucina in semi muratura nei toni, del beige e dell’avorio di stile shabby chic. Ultimo tocco di notevole pregio è stato l’acquisto da parte della cliente dell’armadio francese precedentemente descritto trasformandolo in una capiente dispensa La qualità non ha prezzo …il buongusto ..neanche! Maria Lucia Alessandra

Ah dimenticavo…ecco com’era prima!!!

image

L’Armadio Francese del 1913

Written by marketson. Posted in Prima & Dopo

armadio Francese 1913 “La casa autentica: la vogliamo fresca, ma anche colorata e piena di vita. La vogliamo femminile, allegra ma con quel pizzico di sofisticata eleganza che la rende speciale agli occhi di chi la guarda la prima volta. La vogliamo anche briosa, paziente, pronta ad accogliere le nostre fantasie e ad assecondare gli sprazzi di creatività, che di tanto in tanto, travolgono come fulmini le nostre giornate. (Il Gusto segreto delle case) Proprio di un pezzo unico, femminile e sofisticato, voglio parlarvi oggi, di un’armadio, nato in Francia nel 1913 ed oggi arrivato in Italia per essere trasformato in uno spettacolare armadio in stile shabby chic. Un armadio di manifattura francese del 1913, in noce, stile liberty, a doppia anta laterale con la centrale raddoppiata provvista di specchio coevo e molato. L’armadio è stato totalmente trasformato, lasciando, però, intatto il suo valore e le sue caratteristiche liberty. Ida Pernazza, la mia decoratrice di fiducia, con tanta maestria, ha lasciato inalterato il fondo, proprio per rimarcare le origini di provenienza e lo ha decorato con una variante della tecnica shabby chic che prevede l’uso di colori chiari in superficie e colori più scuri, che affiorano dopo il trattamento di usura che viene realizzato con paglietta in ferro o carta abrasiva. In superficie è stata utilizzata una vernice FARROW&BALL Estate Eggshell White, un tipo di bianco anticato sulle tonalità del cotone. Le vernici Farrow&Ball nascono e vengono sviluppate nella regione del Dorset, in Inghilterra, da oltre 100 anni, azienda leader nel settore delle vernici. La loro passione per la creazione delle vernici, impiegando sostanze di alta qualità ed antichi metodi artigianali, li ha resi capaci di superare l’esame del tempo e delle mode passeggere. Per questo, Io ed Ida Pernazza abbiamo deciso di utilizzare queste vernici, per donare al mobile un’inimitabile profondità cromatica e per conservare allo stesso un’originalità senza tempo. Il trattamento di usura, in questo caso specifico, è stato realizzato senza asportare lo strato di vernice ma usando bitume, per ottenere un effetto più raffinato. Il bitume, in genere usato per anticare dipinti, consente di ottenere effetti diversi, nel caso dell’armadio è stato usato per ottenere un pregiato effetto “anticato” esaltando le scanalature che sono l’elemento decorativo del mobile. Gli elementi fondamentali dello stile shabby chic sono: il colore, il legno, e noi in questo caso ce l’abbiamo messa tutta per ottenere un risultato eccellente, che rispecchia in pieno quello che è fondamentale per arredare, anche solo con un mobile, una casa in perfetto stile shabby chic. “Un ambiente equilibrato e bene articolato è come musica: un’armonia perfetta di note sul pentagramma e a pochi è dato cogliere una nota stonata” (Il gusto segreto delle case). Se la passione per questo stile ci accomuna, venitemi a trovare in negozio, (Biggie Best, Viale Firenze, Potenza) e l’atmosfera cambierà ogni volta che qualcuno ci entrerà!

Contatti

Orari

Lun-Sab 9-13,pom 17-20
Dom chiuso

Area riservata