Archivia per agosto, 2014

Il Fil Rouge

Written by Alessandra Lapolla. Posted in Prima & Dopo

ettore in bella mostraMie care lettrici , mi scuso per la mia momentanea assenza ma la vita talvolta ti conduce su sentieri inesplorati e si ha l’impressione di essersi persi, dunque come Pollicino ho fatto il sentiero a ritroso ed ho ritrovato la via . Eccomi qui a raccontarvi di questa abitazione .

Il restiling nasce dall’esigenza dei ragazzi di creare la propria dimora sottraendo una porzione abitativa dal corpo principale della casa di campagna di famiglia , preservando l’identità della casa stessa senza stravolgere i prospetti esterni.

Una volta definiti i piani ad essi dedicati il mio intervento poteva iniziare… Si trattava di prendere , non semplicemente delle mura, dei mattoncini ma un pensiero proveniente dagli anni ottanta e tirando una linea retta trasportarlo a noi rendendolo non solo attuale ma moderno, già perchè il desiderio di Lorenzo era di avere una casa “ moderna “.

Questo desiderio chiaramente si contrapponeva al gusto di Maria Antonietta, che voleva linee più morbide e colori più caldi; a me il compito di definire lo stile di questa nuova famiglia che si andava a formare. Abbiamo iniziato decidendo cosa salvare della precedente abitazione, dunque pavimenti nuovi e rivestimenti nuovi, lasciando intatto il marmo della scala , l’impostazione della cucina e i suoi caratteristici mattoncini. La fase successiva è stata creare la zona relax inserendo il camino e valorizzando l’ambiente creando una nuova apertura verso l’esterno che desse luce e al fine di evitare ulteriori orpelli come sistema di illuminazione ho preferito far apporre delle delle gole in gesso contenenti led.

Il fil rouge che ha unito lo stile dell’uno a quello dell’altra è stato “il colore”, ho utilizzato tutti i toni delle nocciole dal salone alla sala da pranzo, dalla cucina alla camera da letto ma, andava assolutamente valorizzato la scala come definizione di passaggio da una zona della casa ad un altra dunque “verde pistacchio” … non è stato facile far comprendere e motivare tale scelta ma il lavoro dell’arredatrice è spesso emozionale , oltre a mobili e carte io vendo emozioni e desideravo per loro un luogo dove far abitare non solo due corpi ma soprattutto un pensiero. La straordinaria forza delle donna sta nel comprendersi e Maria Antonietta ha compreso a pieno il mio pensiero e di li in poi mi ha lasciato fare. Tocco finale tutti i mobili chiaramente francesi.

Il mio auspicio : nei giorni che verranno, nel dubbio, nella noia stendetevi a terra accarezzatene le pareti, guardate la vostra dimora da un punto di vista diverso e troverete sempre nuovi profili e nuove idee , nuovi sogni da far volare .

Contatti

Orari

Lun-Sab 9-13,pom 17-20
Dom chiuso

Area riservata