Autunno sulle Dolomiti lucane

Written by Alessandra Lapolla. Posted in Collezioni

Dolomiti“La stagione che mi appresto a vivere adesso è la più fantastica , la più ricca di profumi di sensazioni e di colori. Nei miei soliti pomeriggi in giro per abitazioni osservo il mutare della natura c’è già qualche albero che cede il posto ai suoi riflessi verdi, altri che con forza affermano ancora i bagliori più intensi e io che chiudo gli occhi faccio buio dentro me e già pregusto il crepitio del fuoco e il profumo delle marroni caldarroste. In questo vivere su una tavolozza vorrei che si percepisse meglio la sensazione che ho chiara in mente: gli abbinamenti le costruzioni cromatiche più belle esistono già in natura, nell’osservazione attenta degli angoli più semplici trovi infinite sfumature in una perfetta armonia”. Le case rappresentano una fonte di sorprese continue: ci sono quelle nascoste e segrete, altre trasformate da granai, officine, torri e conventi luoghi insospettabili dove trovi all’improvviso la bellezza, è il caso di questa residenza. Spesso ho viaggiato negli anni prediligendo mete in Umbria e in Toscana sia per ozio sia per desiderio di appagare la vista con dolci colline punteggiate di girasoli dove i casali, i fienili sembrano poggiati l’uno di seguito all’altro , l’uno più bello dell’altro e non c’e’ da stupirsi quasi una mano esperta li abbia messi con cura. A differenza la natura selvaggia e la timidezza della terra lucana mi stupisce ancora. Siamo ad Albano e ad essere precisi siamo sulle dolomiti Lucane il paesaggio che si presenta dinanzi è a dir poco stupefacente , la strada si inerpica sulla collina talmente ripida che sembra finire nel vuoto non posso far altro che fermarmi trattenendo il respiro dinanzi allo spettacolo delle dolomiti che si stagliano austere di fronte . Le prime case poggiate al margine della linea d’asfalto con le vecchine sull’uscio curiose, dove mi conduceva questa richiesta era insolito e pertanto mi intrigava.. Arrivo in piazza dove è collocata questa abitazione resa tale da un attento recupero, i colori delle nocciole sapientemente abbinati al bianco facevano di essa una perfetta base per il mio lavoro di decorazione tessile: ecco a voi le tende Francesi

living roomsoft room

bed room

Bergere Anni ’50

Written by Alessandra Lapolla. Posted in Prima & Dopo

Dare nuova vita ad un pezzo un po’ dimenticato è una sfida sempre nuova ed avvincente. Avevo trovato questa bergere a Roma nello sfratto della abitazione di una persona anziana; il pezzo di provenienza siciliana è certamente anni ’50, anni fantastici in cui la ripresa industriale, il dopo Guerra, la vespa, la 500 e i film di Federico Fellini descrivevano una gioia di vivere tutta italiana. Questo pezzo non poteva finire nel dimenticatoio a me il compito di farlo rivivere esaltando il suo aspetto vintage: così ho iniziato patinando il legno con un colore chiaro che fa da sfondo alla paglia di Vienna dei laterali e scegliendo un velluto Simta che vuole essere la riproposta di un rigato classico ma con la novità della riga sfalsata “un classico moderno” che bene si addice ad un restauro conservativo

195328420130917_145219

Contatti

Orari

Lun-Sab 9-13,pom 17-20
Dom chiuso

Area riservata